Siti collegati

 

Ernesto papero Maldestro

Una storia di animali che diviene metafora per l'educazione alla tolleranza

Lo spettacolo:

La scena è quasi vuota: una pedana rotonda, un separé, uno sgabello, una valigia. L'animatore entra suonando la concertina e dalla valigia esce Ernesto, il papero maldestro protagonista della vicenda che subito si conquista la simpatia del pubblico.

Lo scopo evidente dello spettacolo è quello di rendere palese l'assurdità dell'intolleranza razziale, della presunzione di essere i ‘più’ (ganzi, forti, belli, intelligenti...) proponendo l'argomento con un linguaggio di facile comprensione, facendo scontrare Ernesto con situazioni paradossali che lui stesso ha contribuito a creare. Ricco di spunti ironici è comunque uno spettacolo gradevole per ogni tipo di pubblico.

Esigenze tecniche:

Tecnica: pupazzi e muppet con musiche dal vivo eseguite con la concertina Durata 45’ Rivolto ad un pubblico dai 5 anni in sù Ingombro attrezzature cm. 250x250 La compagnia è autonoma per impianto audio e luci Si richiede allaccio elettrico 3 kw. Possibilità di raggiungere lo spazio spettacolo con un veicolo

Galleria fotografica di Ernesto papero Maldestro

 

 

 

 

 

 

 

   

designed by www.alessiorosati.com